Via Belgio, 2 90146 PALERMO info@sport21sicilia.it 3357608085

“SOSTENIAMOCI INSIEME”

Attività svolta in associazione con #IDOSPORT

Tutto inizia nel mese luglio/agosto del 2020, con la partecipazione e presentazione di un progetto mirato in risposta ad un avviso pubblico emanato dall’Assessorato Regionale alla Famiglia ed alle Politiche sociali rivolto alle organizzazioni di volontariato ed associazioni di promozione sociale, per le attività di interesse generale di cui all’Art.5 del codice del terzo settore, accordo di programma 2018, di rilevanza regionale volto a promuovere l”agricoltura sostenibile.

Una iniziativa che si articola con la collaborazione di nove partners che hanno partecipato con il cuore alla progettazione e alla tanto attesa giornata inaugurale che ha preso il via proprio il 22 ottobre 2021 in una serena atmosfera di partecipazione ed inclusione sociale. Un progetto sociale per una agricoltura ecosostenibile, una nuova esperienza per tutti i ragazzi.

“Sosteniamoci Insieme” è un progetto che finanziato dall’ Assessorato alla Famiglia ed alle Politiche sociali vuole essere una nuova “Best practice” per l’ inclusione sociale per ragazzi con disabilità intellettiva relazionale con sindrome di Down, soci di SporT21 Sicilia e della AIPD (Associazione Italiana Persone Down) di Termini Imerese, che vede la ASD SporT21 Sicilia ente Capofila. il progetto nasce per sviluppare in soggetti con disabilità un approccio consapevole della coltivazione dei prodotti in agricoltura e le principali tecniche di produzione e trasformazione con una attenzione rivolta alla produzione ecosostenibile dei grani antichi siciliani e degli ortaggi.

Coinvolti 6 ragazzi della SporT21 Sicilia e 5 ragazzi della AIPD di Termini Imerese che conosceranno meglio prodotti vegetali come i nostri ortaggi regionali, i prodotti cerealicoli siciliani e tipici della nostra agricoltura per scoprire i segreti delle migliori birre siciliane magari riproponendo a conclusione del corso “sarebbe fantastico”, un percorso di inserimento lavorativo producendo una birra solidale realizzata proprio dai ragazzi.

Con SporT21 Sicilia grandi partner siciliani come il Birrificio Bruno Ribadi, il Birrificio Agrifarm, che producono birra in Sicilia per rendere veramente possibile l’inclusione sociale ed il rafforzamento dei legami sociali tra i nostri ragazzi speciali. Previste visite guidate sui campi dell’ Azienda agricola ARS,e dell‘ Agriturismo Tenuta Stoccatello collaboratore all’interno del progetto.

Sarà compito dei Presidenti delle due associazioni di volontariato Giampiero Gliubizzi della ASD SporT21 Sicilia e Ignazio Cusimano della AIPD di Termini Imerese mantenere alta l’attenzione dei ragazzi sul progetto in itinere. Ruolo di grande importanza quello della progettista Martina Biundo di Formalab srl partner del progetto che, come professionista si è innamorata non solo dell’idea progettuale ma anche dei simpatici ragazzi, amore ricambiato, il cui ruolo è stato determinante per la presentazione del progetto e per la programmazione e realizzazione delle iniziative necessarie allo stesso.

Due le sedi dove si volge la formazione teorica di avviamento al progetto scelte ai Presidenti delle organizzazioni di volontariato: Palermo e Termini Imerese allo scopo di facilitare il percorso formativo, che ieri proprio nella giornata inaugurale di apertura ha visto a Palermo la presenza eccezionale di Vito Biundo responsabile della azienda Bruno Ribadi produttrice di prodotti siciliani e birre artigianali siciliane e a Termin Imerese Giuseppe Cusimano perito agrario. Una lezione che ha coinvolto tutti i ragazzi che hanno così iniziao a prendere confidenza con i cereali sicilani e iniziato a conoscere le tecniche di trasformazione per la produzione della birra.

Tutor del progetto Agostino Moscato, Agostina Giuffrè e Flavio Fulco per la AIPD di Termini Imerese e Federica Orlando e Martina Garrisi per SporT21 Sicilia. Terminata questa fase iniziale iniziale i ragazzi affronteranno un percorso formativo pratico presso i birrifici e le aziende agricole siciliane partnes del progetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *